September 27, 2019 0

Cacciare ad avancarica con il fucile a canna rigata


La caccia ad avancarica, un universo tutto
da scoprire che è incentrato ovviamente attorno alla particolarità, le
particolarità che hanno le armi che si utilizzano in questa forma di caccia
specifica. Che cosa la distingue dal resto? Il fatto che ci si diverte un
casino di più. La caccia ad avancarica è stupenda perché consente di avere un
rapporto fisico quasi carnale con l’arma che poi si utilizzerà, per il resto è
la stessa identica cosa della caccia normale, si insidiano gli stessi precisi,
identici selvatici ma con delle armi e delle modalità che ridanno un sapore
completamente diverso, antico, nuovo se vogliamo e nello stesso tempo al cacciare, perché la caccia fondamentalmente è questo, uno dei grandi piaceri della vita. Quando parliamo di caccia dobbiamo
parlare delle forme di caccia fondamentalmente più praticate adesso
come adesso in Europa in assoluto. Stiamo andando a caccia di cinghiali, una
delle forme in assoluto più apprezzate e più praticate dai cacciatori italiani
ed europei e americani in genere. Quindi vi presento quello, mentre
raggiungo le poste, che sarà il compagno di avventure di questa giornata, l’arma è un Pedersoli Kodiak calibro 50 un giustapposto a canne rigate
ovviamente capace di sparare palle alla sorprendente velocità di 700 metri al
secondo letali sul cinghiale, divertentissimo da
utilizzare, un fucile dal peso assolutamente non leggero, andiamo
intorno ai cinque chili e 4, 5 chili e mezzo. Parlavamo quindi delle pratiche di
caricamento e adesso facciamo vedere come abbiamo prima alluso per quanto
concerneva quelle a pallini cosa succede quando parliamo di caccia a canne
asciutte in una carabina a canna rigata ad avancarica, quindi facciamo vedere
praticamente che cos’è questa fase di estremo, assoluto divertimento. No, non ci siamo sbagliati
questi qui sono un .30-06 e un .308, sono i vostri sicuramente migliori amici di
sempre quando andate a caccia, i due calibri più utilizzati neanche mi
ripeto per far capire che cosa c’è dentro lo sappiamo tutti, innesco in un bossolo polvere e la palla. Ecco adesso andremo a ripetere la cosa
facendocela da noi. Vi ricordate quando dicevamo del buon
piatto di tagliatelle fatto in casa, ce l’andiamo a preparare. L’operazione è di
una semplicità assoluta anche perché la tecnologia oggi ci è venuta in
soccorso non c’è bisogno di complicati
meccanismi per dosare la polvere, ci sono dei contenitori dove la polvere è già
predosata alla perfezione. Semplicissimo inserirla all’interno delle canne, un’operazione che si fa tranquillamente in campagna, un po’ di ordine non si
lascia mai niente in campagna anche perché è tutto riutilizzabile. Caricata
una canna, le operazioni vanno sempre fatte in maniera doppia, andiamo a
caricare di polvere anche l’altra. L’avrete visto fare tante volte nei film
storici, adesso lo farete voi dal vero come montare nella macchina del tempo, adesso è il momento di inserire direttamente sopra la polvere la palla,
esiste questo strumento per facilitare l’operazione. Prima andiamo ad inserire questa ecco fatto è pronta per essere spinta giù
ma lo sappiamo le operazioni vanno sempre doppiate e in questo caso andiamo ad armare anche la canna di sinistra. Non resta che doppiare l’operazione di
prima, quella che abbiamo fatto vi ricordate, con la polvere. Canna destra, canna sinistra buona
pressione, rimettiamo a posto la nostra bacchetta di armamento perfettamente
alloggiata e adesso andiamo ad armare i cani, andiamo a mettere quello che è l’innesco per l’appunto. Prima la canna
sinistra pardon destra, poi la canna sinistra, ecco
adesso l’arma è perfettamente innescata le batterie e i cani si trovano in quella
che è la fase tecnica di prima monta che è quella che serve per armare i
cani ma pone l’arma in stato di completa inerzia, qui non può partire un colpo
neanche in maniera accidentale. Ogni tipo di caccia è mistero, quella al
cinghiale ancor di più, è qui il suo fascino. Tutto vive in un quadrato magico, emozionale fatto di incertezza, fede e paura, dove l’udito ti fa vedere con gli
occhi della mente quello che capita laggiù nel bosco dove i cinghiali vivono
nascosti. Il bosco è un mare verde di calma
apparente ma tu fremi. Poi, dopo attimi interminabili la canizza
che si alza ti avvisa, hanno trovato i cinghiali e la paura di mancare il colpo
ti assale perché hai solo uno o due colpi da piazzare. Allora come abbiamo visto, dopo il tiro
alle poste che non è andato tanto bene perché i cinghiali erano usciti lunghi,
siamo andati dietro con i canettieri e abbiamo sparato quasi in un abbaio a
fermo. Il colpo è stato precisissimo e esattamente alla spalla del cinghiale e l’ha lasciato freddato sul posto, è un cinghiale d’intorno 40-45 kg, l’arma
ovviamente Kodiak Pedersoli, un fucile eccezionale, come abbiamo visto, sia nel tiro mirato anche se il tiratore questa volta un po’ emozionato dal gran branco
di cinghiali ha fatto una palla leggermente dietro al cinghiale che
aveva mirato, ma è un fucile eccezionale anche nel tiro di imbracciata tra il
folto nel posto terribile come vedete dove ci siamo venuti a trovare con i
canettieri, un luogo incontaminato di natura selvaggia dove vivono questi
splendidi animali che sono una grazia per i cacciatori di tutto il mondo
soprattutto se presi con un fucile come questo, un fucile ad avancarica che ci
dà il piacere della caccia moltiplicato per 10. La cacciata è stata conclusa, abbiamo fatto
una cacciata con l’avancarica, una cacciata alla maremmana con i segugi di
Ermanno, due bei segugi, che età avevano i due segugi? C’hanno tre uno cinque anni e uno tre anni, abbiamo
incontrato dei bei cinghiali, abbiamo fatto prima una cacciata alla posta e poi
abbiamo fatto, concluso alla cerca. L’abbattimento è stato etico, le armi
hanno funzionato molto bene il proiettile che abbiamo usato era
della nuova tipologia Sabot, Ermanno ci ha aiutato a girare le riprese e ha
spinto i cani nella giusta maniera, è per questo che lo voglio ringraziare
veramente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Recent Posts
Recent Comments
Tags
© Copyright 2019. Amrab Angladeshi. Designed by Space-Themes.com.